Passa a livello superiore
Accesso
Servizi riservati

Comitati tecnici
Nomina, competenze e modalità di funzionamento
I Comitati tecnici coadiuvano gli Organi dell’Associazione nello svolgimento della loro attività attraverso il perseguimento di specifici obiettivi o la verifica dell’evoluzione di una determinata materia. L’istituzione, le competenze e la composizione dei Comitati tecnici sono deliberate dal Comitato esecutivo con l’astensione dei rappresentanti degli Associati che non hanno conferito all’Associazione il mandato di cui alla lettera d) dell’articolo 2, qualora riguardino Comitati tecnici competenti su materie connesse all’espletamento del richiamato mandato.
 I Comitati tecnici sono presieduti da un componente del Comitato esecutivo o da un suo delegato. Il Direttore generale svolge le funzioni di Vice Presidente direttamente o tramite un suo delegato, assicura il coordinamento dell’attività dei Comitati tecnici ed informa il Comitato esecutivo sull’attività da essi svolta.
Comitato tecnico legale 
Tratta le tematiche nazionali, comunitarie e internazionali di natura legale aventi valenza strategica nel perseguimento degli obiettivi di ottimizzazione della regolamentazione, in vigore e in divenire.
 
Comitato tecnico per l’ordinamento societario
Tratta, con riferimento alle dimensioni nazionale, comunitaria e internazionale, le tematiche relative all’ordinamento e al governo societario delle banche, che abbiano valenza strategica nel perseguimento degli obiettivi di ottimizzazione della normativa, in vigore e in divenire.
 
Comitato tecnico antitrust
Tratta le tematiche nazionali e comunitarie relative alla normativa in tema di concorrenza, aiuti di Stato, pratiche commerciali scorrette, che abbiano valenza strategica nell’operatività bancaria, ne monitora l’evoluzione e promuove interventi di ottimizzazione delle regole.
 
Comitato tecnico per l’Unione Bancaria Europea
Tratta l’analisi del quadro normativo, primario e secondario, di riferimento relativo alle tematiche connesse con l’Unione Bancaria europea e le tematiche connesse con la Brexit, al fine di agevolare i contatti con le competenti Autorità europee e di portare all’attenzione le principali criticità ed ipotesi di miglioramento.
 
Comitato tecnico per la Vigilanza Unica Europea
Tratta il complesso delle tematiche connesse con il Meccanismo Unico di Vigilanza nonché delle normative di supervisione europee che impattano sul settore bancario italiano, al fine di agevolare i contatti con le competenti Autorità europee e di portare all’attenzione le principali criticità ed ipotesi di miglioramento.
 

Comitato tecnico sulle tematiche dell’internazionalizzazione
Tratta le questioni relative alle possibili azioni comuni da intraprendere al fine di agevolare il processo di internazionalizzazione dell’industria bancaria italiana, nell’ambito del più ampio obiettivo di internazionalizzazione del sistema produttivo del Paese. 

Comitato tecnico tributario
Tratta le problematiche (anche tecniche) di natura fiscale e di bilancio aventi valenza strategica nel perseguimento degli obiettivi di riduzione della pressione fiscale e di corretta rappresentazione in bilancio degli accadimenti societari, nonché di razionalizzazione degli adempimenti di natura tributaria e bilancistica posti in capo alle imprese bancarie.
 
Comitato tecnico per i servizi di pagamento e di regolamento
Tratta le problematiche (anche tecniche) aventi valenza strategica nel perseguimento dell’ottimizzazione dei processi interbancari riferiti ai servizi di pagamento e di regolamento delle transazioni finanziarie.
 
 

 

  • Stampa
  • Bookmark