Passa a livello superiore
Accesso
Servizi riservati

Stati generali dell'economia
(16 giugno 2020) ​Contributo del Direttore generale dell'ABI Giovanni Sabatini agli Stati generali dell'economia​
    ​Illustre Presidente, Autorità,
    vorrei innanzitutto ringraziarvi, a nome dell’Associazione Bancaria Italiana e del presidente Antonio Patuelli, per questo invito a partecipare a questo così importante incontro.

    Premessa
    L’impatto della pandemia causata dalla diffusione del virus Covid 19 è stato durissimo: all’emergenza sanitaria ha fatto seguito, a breve distanza, quella finanziaria ed economica.
    Sin dal primo manifestarsi delle conseguenze di tale emergenza, l’ABI ha operato con tempestività e continuità a stretto contatto con le banche associate e con le Istituzioni, promovendo e realizzando una serie di attività ed iniziative, agendo lungo tre direttrici.
    La prima, naturalmente, è quella di assicurare l’indispensabile sostegno alla liquidità delle famiglie e delle imprese. Già a partire dal mese di febbraio l’ABI proponeva ai propri Associati di applicare, per i residenti e le attività economiche con sede nelle c.d. “zone rosse”, le moratorie previste dal Protocollo di Intesa con la Protezione Civile sottoscritto nel 2015 per le calamità naturali. Inoltre, presagendo i problemi di tensione di liquidità che si sarebbero presto creati per le imprese, segnalava alle Istituzioni la necessità di un intervento pubblico attraverso l’ampliamento dell’operatività del Fondo di Garanzia per le PMI. Da allora l’impegno dell’Associazione è proseguito incessante, sia nell’interazione con le Istituzioni della Repubblica per quanto riguarda le misure disposte con i provvedimenti legislativi - tanto nella fase di elaborazione, quanto in quella di attuazione, con l’attività informativa e interpretativa a supporto degli Associati - sia ai fini della definizione di accordi di natura privatistica con le Associazioni di impresa e/o le Organizzazioni sindacali per l’offerta ai clienti di agevolazioni (moratorie, anticipazioni) - anche per intercettare strumenti e aree di clientela non interessati da misure legislative. Particolarmente importante l’attività svolta dall’ABI sul fronte della semplificazione dei processi e delle forme giuridiche dei rapporti bancari, nonché della loro “tenuta” a fronte delle necessità indotte dalle limitazioni fisiche agli spostamenti della clientela ...

    • Stampa
    • Bookmark