Il vademecum per contrastare crimini informatici e truffe

(20 dicembre 2023) Alla luce delle recenti operazioni contro la criminalità informatica, con successi che hanno portato a far emergere frodi perpetrate a danno di correntisti bancari e rispetto ai quali si esprime soddisfazione, è utile ricordare che sul sito del CERTFin (https://www.certfin.it/newsroom/i-navigati-informati-e-sicuri/ ) sono a disposizione dei vademecum per contrastare per accrescere la sicurezza degli utenti, per operare online più protetti e sicuri e per un uso consapevole dei servizi finanziari.

Per operare online in modo comodo e sicuro, infatti, è importante seguire alcune semplici regole:

– usare password diverse e sufficientemente lunghe, con caratteri alfanumerici e caratteri speciali;

– accedere a Internet tramite i propri dispositivi evitando reti pubbliche e/o aperte;

– installare un antivirus e mantenerlo costantemente aggiornato;

– limitare la diffusione delle proprie informazioni personali online;

– verificare l’attendibilità del mittente prima di aprire eventuali link e allegati;

– in caso di telefonate “sospette”, verificare online il numero di telefono o confrontarlo con i contatti ufficiali della propria banca. In ogni caso, non fidarsi se vengono chiesti dati bancari o altri dati riservati;

– se si pensa di essere rimasti vittima di una truffa o di aver condiviso i propri dati bancari o delle carte di pagamento, contattare immediatamente la propria banca.

Il Premio ABI per l’innovazione al Premio dei premi 2023

(19 dicembre 2023) Le banche selezionate tra le vincitrici dell’ultima edizione del premio ABI per l’Innovazione nei Servizi Bancari partecipano oggi alla cerimonia di consegna del Premio dei premi, alla presenza del Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini, del Ministro per la Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo e del Presidente della Fondazione Cotec Luigi Nicolais.

Il riconoscimento, istituito dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dalla Fondazione Cotec, viene assegnato ogni anno ai migliori progetti d’innovazione del settore bancario, dell’industria, dei servizi, dell’università, della pubblica amministrazione e del terziario anche al fine di favorire la crescita della cultura dell’innovazione nel Paese.

I premiati di questa edizione, selezionati tra i vincitori del Premio ABI per l’Innovazione nei Servizi Bancari 2023:

  • Bibanca – Gruppo BPER Banca con il Progetto QuiCash
  • Gruppo BCC Iccrea con il Progetto BCC Innovation Festival
  • Intesa Sanpaolo con il Progetto Sharing Energy: comunità energetiche solidali
  • UniCredit con il Progetto Data Mesh

Il Premio ABI per l’innovazione

Il Premio ABI per l’Innovazione nei Servizi Bancari è stato istituito nel 2011 con l’obiettivo di dare visibilità a progetti e servizi innovativi e di attivare meccanismi positivi di diffusione delle migliori pratiche del settore. Le passate edizioni del Premio hanno avuto un positivo riscontro sia a livello istituzionale che di settore per un totale di oltre 750 progetti (55 nell’ultima edizione) presentati da oltre 235 associati ABI.

Le proposte ABI per agevolare i finanziamenti verdi

(19 dicembre 2023) Si è riunito oggi a Roma il “Tavolo tecnico per favorire la riqualificazione degli immobili”, promosso dall’ABI in collaborazione, tra gli altri, con la Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Banca d’Italia, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Ministero dell’Economia, Enea, ABILab, Ance, Ania, Confedilizia, Federazione Ipotecaria Europea, Fiaip e le Associazioni dei consumatori.

Il Tavolo, che ha l’obiettivo di promuovere i possibili interventi per sviluppare la domanda e favorire l’offerta di strumenti finanziari per investimenti in riqualificazione energetica e per il contenimento dei rischi sismici e idrogeologici degli edifici, ha approfondito gli esiti del trilogo sulla Direttiva europea sulla performance energetica degli edifici (EPBD).

Al riguardo, è stata superata l’impostazione iniziale che prevedeva il raggiungimento di specifici target di classe energetica dei singoli edifici in tempi ristretti, riconoscendo agli Stati membri maggiore flessibilità nel perseguire gli obiettivi di efficienza energetica degli immobili.

In questo contesto sono state presentate da parte di ABI 10 proposte per favorire lo sviluppo del mercato dei finanziamenti destinati all’acquisto di immobili ad alta prestazione energetica e alla riqualificazione degli edifici che riguardano:

a) l’introduzione di specifici strumenti pubblici di mitigazione del rischio di credito;

b) l’ampliamento delle possibilità di raccolta da parte delle banche, destinata all’erogazione dei finanziamenti green;
c) la valutazione del finanziamento come sostenibile dal punto vista ambientale, secondo la Tassonomia europea.

Maltempo in Toscana dell’ottobre 2023

(14 dicembre 2023) L’ABI ha appena diffuso una lettera circolare agli Associati in cui segnala che è stata pubblicata, sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, la Delibera del Consiglio dei Ministri con la quale, in conseguenza delle eccezionali avverse condizioni meteorologiche verificatesi a partire dal 29 ottobre 2023, sono estesi al territorio delle province di Lucca e di Massa-Carrara, gli effetti della sospensione dei mutui prevista dall’Ordinanza del Capo della Protezione nel territorio delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia e Prato in conseguenza di analoghi eccezionali eventi meteorologici.

Nell’Ordinanza della Protezione Civile si fa esplicito riferimento all’accordo sottoscritto da ABI e dalle Associazioni dei consumatori per assicurare tempestività degli interventi a favore delle popolazioni colpite da calamità naturali.

Il Comitato esecutivo ABI: soddisfazione per accordo rinnovo contratto

(13 dicembre 1023) Il Comitato esecutivo dell’ABI, riunito oggi sotto la presidenza di Antonio Patuelli, unanimemente esprime soddisfazione per il raggiungimento dell’Accordo di rinnovo del CCNL firmato il 23 novembre 2023 e ne condivide i contenuti.

Il Comitato esecutivo ringrazia il Presidente del Casl, Ilaria Dalla Riva, per la forte determinazione e la responsabilità.

L’Accordo, raggiunto con la piena e completa convergenza di tutti i componenti del CASL allargato, esplicherà i suoi effetti fino al marzo 2026.

Si tratta di un accordo innovativo e dinamico, capace di accompagnare la vita professionale delle persone, in un contesto di profonda e continua trasformazione e che testimonia, in tutti gli aspetti disciplinati dal nuovo contratto, la centralità delle donne e degli uomini che lavorano in banca.