Verso una finanza sostenibile per un’economia sostenibile

(23 settembre 2021) Giovedì 23 Settembre 2021 alla ore 14 si sono svolti i lavori della Conferenza, realizzata nell’ambito degli eventi coordinati dalla Presidenza Italiana del G20. Sono stati aperti dal Presidente dell’ABI, Antonio Patuelli, e hanno visto la partecipazione della Vice Direttrice Generale della Banca d’Italia, Alessandra Perrazzelli, e del Consigliere finanziario per la COP 26 del Primo Ministro del Regno Unito, Mark Carney. Una tavola rotonda con alcuni fra i principali attori delle istituzioni e del mercato Elena Flor di Intesa SanPaolo, Sonja Gibbs di IIF, Francesco Drudi della BCE, Stefano Micossi di ASSONIME, Fabio Massimo Natalucci del FMI e Elisabetta Siracusa della Commissione UE – ha approfondito i diversi aspetti dell’argomento. Le conclusioni dell’incontro soni state tratte dal Direttore Generale dell’ABI, Giovanni Sabatini. Ha moderato Andre Cabrini di Class. L’evento è stato trasmesso streaming sul sito dell’ABI e su Class.it​

Responsabile dati personali in ambito bancario

Collocazione rispetto ai vertici aziendali, indipendenza nell’eseguire i propri compiti,
autonomia e attribuzione di adeguate risorse umane e finanziarie del Responsabile della protezione
dei dati personali (RPD). Sono questi alcuni dei temi affrontati da una ricerca coordinata
dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI).

Icona
Rete dei responsabili della protezione dei dati in ambito bancario

Rete dei responsabili della protezione dei dati in ambito bancario

Icona
Ricerca Garante Privacy-ABI su Responsabile protezione dati

Comunicato stampa del 20 febbraio 2024

    Guida contro la violenza economica

    Cosa è la violenza economica e come si manifesta, come prevenirla e come contrastarla. Sono i punti attraverso cui si sviluppa la guida contro la violenza economica, che l’ABI e la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio (FEduF) hanno realizzato in raccordo con il Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in condivisione con le banche e le Associazioni dei consumatori.

    Con un linguaggio semplice e immediato, il vademecum intende approfondire i principali aspetti che riguardano questa forma di violenza per aiutare le donne che la subiscono e per supportare i cittadini anche nella comprensione e nel riconoscimento del fenomeno. 


    L’iniziativa rientra nell’ambito del Protocollo d’intesa sottoscritto da ABI e FEduF con il Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la prevenzione e il contrasto della violenza contro le donne, anche in ambito domestico. Inoltre, si sviluppa in coerenza con gli impegni definiti nella Carta “Donne in banca” e con l’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile e parità di genere promossi dall’Agenda 2030 dell’Onu. 

    Icona
    Guida contro la violenza economica

    Audio guida

    Icona
    Guida contro la violenza economica

    Versione in alta definizione - pdf

    Icona
    Guida contro la violenza economica

    Versione digitale - pdf

      Guida contro la violenza economica

      Cosa è la violenza economica e come si manifesta, come prevenirla e come contrastarla. Sono i punti attraverso cui si sviluppa la guida contro la violenza economica, che l’ABI e la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio (FEduF) hanno realizzato in raccordo con il Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in condivisione con le banche e le Associazioni dei consumatori.

      Con un linguaggio semplice e immediato, il vademecum intende approfondire i principali aspetti che riguardano questa forma di violenza per aiutare le donne che la subiscono e per supportare i cittadini anche nella comprensione e nel riconoscimento del fenomeno. 

      L’iniziativa rientra nell’ambito del Protocollo d’intesa sottoscritto da ABI e FEduF con il Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la prevenzione e il contrasto della violenza contro le donne, anche in ambito domestico. Inoltre, si sviluppa in coerenza con gli impegni definiti nella Carta “Donne in banca” e con l’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile e parità di genere promossi dall’Agenda 2030 dell’Onu.

      Icona
      Guida contro la violenza economica

      Audio guida

      Icona
      Guida contro la violenza economica

      Versione in alta definizione - pdf

      Icona
      Guida contro la violenza economica

      Versione digitale - pdf

        Rischio operativo – DIPO

        Non hai il permesso di visualizzare questo contenuto.

        Whistleblowing

        ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA

        L’ABI promuove la cultura della legalità, della sana e prudente gestione bancaria, la conoscenza e la coscienza dei valori etici e sociali, dei comportamenti ispirati ai principi della corretta imprenditorialità e di realizzazione di un mercato libero e concorrenziale.

        Per questo, in conformità con il Decreto Legislativo 10 marzo 2023 n. 24 (riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e delle disposizioni normative nazionali), mette a disposizione del personale e di soggetti terzi un apposito canale per segnalare violazioni lesive dell’interesse pubblico o dell’integrità dell’ente privato, di cui sono venuti a conoscenza all’interno del contesto lavorativo e che possono avere a oggetto:

        • disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea
        • condotte illecite previste dal D.lgs. n. 231/2001
        • violazioni del Modello Organizzativo previsto dal D.lgs. n. 231/2001.

        Il canale di segnalazione è ospitato su un server indipendente che consente di effettuare le segnalazioni in via altamente confidenziale e facilitata, e garantisce elevati standard di sicurezza e protezione dei dati del segnalato e del segnalante, accessibile dal seguente link:

        Whistleblowing

        Per maggiori dettagli sulle violazioni che possono essere segnalate tramite questo canale, sulle modalità di gestione del canale e delle segnalazioni si rimanda ai documenti allegati.

        Tutte le segnalazioni sono trattate con assoluta discrezione e riservatezza nel rispetto della normativa in materia.

        Si ricorda che la piattaforma non può essere utilizzata per segnalare contestazioni, rivendicazioni o istanze legate a un interesse di carattere personale o che attengono a rapporti individuali di lavoro.

        Documenti

        Disciplina

        Informativa Privacy

        Bancaria Immobiliare S.p.A., in conformità con il Decreto Legislativo 10 marzo 2023 n. 24 (riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e delle disposizioni normative nazionali), mette a disposizione del personale e di soggetti terzi un apposito canale per segnalare violazioni lesive dell’interesse pubblico o dell’integrità dell’ente privato, di cui sono venuti a conoscenza all’interno del contesto lavorativo e che possono avere a oggetto:

        • disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea
        • condotte illecite previste dal D.lgs. n. 231/2001
        • violazioni del Modello Organizzativo previsto dal D.lgs. n. 231/2001.

        Il canale di segnalazione è ospitato su un server indipendente che consente di effettuare le segnalazioni in via altamente confidenziale e facilitata, e garantisce elevati standard di sicurezza e protezione dei dati del segnalato e del segnalante, accessibile dal seguente link:

        Whistleblowing

        Per maggiori dettagli sulle violazioni che possono essere segnalate tramite questo canale, sulle modalità di gestione del canale e delle segnalazioni si rimanda ai documenti allegati.

        Tutte le segnalazioni sono trattate con assoluta discrezione e riservatezza nel rispetto della normativa in materia.

        Si ricorda che la piattaforma non può essere utilizzata per segnalare contestazioni, rivendicazioni o istanze legate a un interesse di carattere personale o che attengono a rapporti individuali di lavoro.

        Documenti

        Disciplina

        Informativa Privacy

        base

        Il 25 novembre 2019, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ABI e Fabi, First-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Unisin Falcri Silcea Sinfub hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa in favore delle donne vittime di violenza di genere.
        Il Protocollo d’intesa, aperto all’adesione delle banche e degli intermediari finanziari, impegna i soggetti aderenti a sospendere il pagamento della quota capitale dei mutui ipotecari e di credito ai consumatori, con il corrispondente allungamento del piano di ammortamento, per un periodo non superiore a 18 mesi, nei confronti delle donne inserite in percorsi certificati di protezione, che si trovino in difficoltà economica.  

        Elenco banche aderenti

        Icona
        Proroga Protocollo d’intesa per favorire il rimborso crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

        Lettera circolare ABI del 27 novembre 2023

        Icona
        Protocollo d’intesa per favorire il rimborso dei crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

        Proroga al 23 novembre 2025

        Icona
        Rimborso crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

        Verbale di proroga del Protocollo d intesa del 25 novembre 2019

        Icona
        Rimborso crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

        Protocollo del 25 novembre 2019

          Icona
          Banche e Sindacati insieme contro la violenza sulle donne.

          Sottoscritto un Protocollo d’intesa per andare incontro alle donne vittime di violenza di genere

          Icona
          Proroga del Protocollo d’intesa ABI-Sindacati a favore delle donne vittime di violenza di genere

          Prorogato fino al 2023 il Protocollo d’intesa del 25 novembre 2019

            base

            Il 25 novembre 2019, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ABI e Fabi, First-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Unisin Falcri Silcea Sinfub hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa in favore delle donne vittime di violenza di genere.
            Il Protocollo d’intesa, aperto all’adesione delle banche e degli intermediari finanziari, impegna i soggetti aderenti a sospendere il pagamento della quota capitale dei mutui ipotecari e di credito ai consumatori, con il corrispondente allungamento del piano di ammortamento, per un periodo non superiore a 18 mesi, nei confronti delle donne inserite in percorsi certificati di protezione, che si trovino in difficoltà economica.  

            Elenco banche aderenti

            Icona
            Proroga Protocollo d’intesa per favorire il rimborso crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

            Lettera circolare ABI del 27 novembre 2023

            Icona
            Protocollo d’intesa per favorire il rimborso dei crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

            Proroga al 23 novembre 2025

            Icona
            Rimborso crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

            Verbale di proroga del Protocollo d intesa del 25 novembre 2019

            Icona
            Rimborso crediti da parte delle donne vittime di violenza di genere

            Protocollo del 25 novembre 2019

              Icona
              Banche e Sindacati insieme contro la violenza sulle donne.

              Sottoscritto un Protocollo d’intesa per andare incontro alle donne vittime di violenza di genere

              Icona
              Proroga del Protocollo d’intesa ABI-Sindacati a favore delle donne vittime di violenza di genere

              Prorogato fino al 2023 il Protocollo d’intesa del 25 novembre 2019

                Cybersicuri – impresa possibile | [23/10/2023]

                “Cybersicuri – impresa possibile”, la campagna di informazione sulla sicurezza informatica si rivolge al mondo delle imprese per sensibilizzarle sull’importanza di investire nella sicurezza dei sistemi e nell’informazione dei propri dipendenti. Conoscere il rischio di attacchi informatici, che negli ultimi tre anni hanno colpito il 60% delle aziende italiane, aumenta il livello di responsabilità e consapevolezza di imprese e dipendenti. È importante dotarsi di tutti i presidi e acquisire le informazioni necessarie per lavorare in sicurezza, al riparo da possibili frodi online.

                “Cybersicuri – impresa possibile”, la campagna di informazione sulla sicurezza informatica si rivolge al mondo delle imprese per sensibilizzarle sull’importanza di investire nella sicurezza dei sistemi e nell’informazione dei propri dipendenti. Conoscere il rischio di attacchi informatici, che negli ultimi tre anni hanno colpito il 60% delle aziende italiane, aumenta il livello di responsabilità e […]

                Contratti Sace per l’export e l’internazionalizzazione

                Al fine di promuovere nel settore bancario la migliore e più diffusa conoscenza degli strumenti a supporto dell’export, l’ABI mette a disposizione dei propri associati un archivio centralizzato per la consultazione dei modelli contrattuali relativi agli strumenti assicurativi offerti da SACE.
                L’archivio è accessibile a fini informativi e di consultazione utilizzando le credenziali in possesso di ciascun Associato ottenute secondo la procedura comunicata con Lettera Circolare del giorno 8 ottobre 2019 (prot. SRI/001931).
                Con riferimento ai modelli contrattuali presenti nell’archivio resta inteso che:

                • in nessun caso la pubblicazione dei documenti presenti nell’archivio centralizzato potrà essere interpretata quale proposta contrattuale da parte di SACE all’emissione di Prodotti SACE in favore degli Associati di ABI e ogni valutazione relativa all’eventuale sottoscrizione degli stessi da parte di SACE resterà nella piena discrezionalità degli organi deliberanti di SACE stessa;
                • nell’ambito delle eventuali negoziazioni avviate tra SACE e i singoli Associati ABI per l’emissione di Prodotti SACE in relazione a specifiche operazioni, SACE fornirà di volta in volta alle controparti i modelli contrattuali da utilizzare, eventualmente contenenti le modifiche di volta in volta ritenute opportune anche in virtù delle peculiarità delle singole operazioni.

                1 2 3 4 5 6 36